Navigazione principale

Contenuto della pagina

Il Consiglio di Stato ticinese incontra il Governo del Cantone dei Grigioni

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Consiglio di Stato ticinese ha ricevuto oggi a palazzo delle Orsoline il Governo grigionese per un incontro di lavoro. L'incontro odierno fa seguito a quello organizzato nel febbraio dello scorso anno in Mesolcina, e ha consentito di discutere svariati argomenti politici di interesse comune.

Il Consiglio di Stato, guidato dal Presidente Christian Vitta, ha ricevuto oggi a Bellinzona il Governo grigionese. La delegazione ticinese era composta dai Consiglieri di Stato Norman Gobbi, Manuele Bertoli, Claudio Zali, Raffaele De Rosa, dal Cancelliere dello Stato Arnoldo Coduri e dal delegato per le relazioni esterne Francesco Quattrini. L'incontro odierno fa seguito a quello organizzato nel febbraio dello scorso anno in Mesolcina, e testimonia l'ottimo stato delle relazioni tra i due Cantoni.

Durante la riunione politica che ha occupato la prima parte dell'incontro, i due esecutivi si sono confrontati su numerosi argomenti di interesse comune. Sono state poste in primo piano questioni che riguardano il futuro dell'approvvigionamento energetico nel nostro Paese, con particolare riferimento agli sviluppi della produzione idroelettrica. Inoltre i Governi hanno affrontato l'argomento delle società fittizie in Mesolcina nonché questioni legate ai settori dei trasporti, della fiscalità, della pianificazione territoriale e sanitaria.

A margine dell'incontro è stato sottoscritto un accordo di collaborazione tra i due Cantoni che permetterà in futuro ai militi della protezione civile provenienti dalle regioni Moesa, Bernina e Maloja di seguire la formazione tecnica di base in italiano al centro cantonale di istruzione di Rivera.

Fotografia:
-

© Cancelleria dello Stato del Cantone Ticino


Persona di riferimento:
Presidente del Governo Jon Domenic Parolini, direttore del Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente, e-mail Jondomenic.Parolini@ekud.gr.ch


Organo: Cancelleria dello Stato
Fonte: it Cancelleria dello Stato
Neuer Artikel