Contenuto della pagina

La violenza nella coppia e in famiglia è la causa principale per la richiesta di consulenza

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Nel 2018 l'Aiuto alle vittime dei Grigioni ha nuovamente assistito più persone. Gli interessati da misure coercitive a scopo assistenziale hanno ottenuto sostegno nella presentazione della domanda di contributo di solidarietà. Per la prima volta durante le consulenze di aiuto alle vittime più del 50 per cento delle persone che ha chiesto consulenza ha riferito di essere stato vittima di violenza domestica.

Nel 2018 con 715 dossier in corso il numero di casi del servizio di consulenza dell'Aiuto alle vittime dei Grigioni nel 2018 ha raggiunto un'altra volta un nuovo massimo. A ciò si aggiungono circa 130 brevi consulenze telefoniche e consulenze fornite da specialisti.

Consulenze di aiuto alle vittime
Nel corso delle consulenze di aiuto alle vittime è stata offerta consulenza a un totale di 573 vittime di violenza. Spesso si trattava di vittime di più reati. Il 63 per cento di queste vittime ha subito lesioni personali o vie di fatto, il 36 per cento è stato vittima di casi di estorsione, minacce o coazione e il 29 per cento vittima di violenza sessuale. Un ulteriore 12 per cento ha subito ferite in un incidente stradale.

-
Fonte: statistica sull'aiuto alle vittime 2018

Più violenza domestica?
Su un totale di 294 persone vittime di violenza, più della metà (51 per cento) ha subito violenza domestica. Nel 66 per cento dei casi l'autore del reato era il partner della vittima, nel 5 per cento dei casi la partner e nel 29 per cento un altro membro della famiglia. In 22 casi di violenza domestica si è reso necessario trovare in via temporanea una struttura di protezione o un alloggio di emergenza.
Nel 2018 il numero di vittime di violenza domestica a cui è stata offerta consulenza è quindi aumentato del 22 per cento rispetto all'anno precedente (241). La quota delle vittime di violenza domestica è aumentata costantemente dal 2015 e nel 2018 per la prima volta ammontava a oltre il 50 per cento delle consulenze di aiuto alle vittime. Resta da vedere se questa crescita sia dovuta a un aumento generale dei casi di violenza domestica o se sia dovuta a una maggior richiesta di aiuto da parte delle vittime.

-
Fonte: statistica sull'aiuto alle vittime 2018

Misure coercitive a scopo assistenziale
Nel 2018 142 interessati da misure coercitive a scopo assistenziale hanno ricevuto sostegno da parte dell'Aiuto alle vittime nella ricerca degli atti in collaborazione con l'Archivio di Stato dei Grigioni nonché aiuto per la presentazione della domanda di contributo di solidarietà alla Confederazione. A circa tre quarti dei richiedenti è già stato versato il contributo di solidarietà. Stando all'Ufficio federale di giustizia sarà fornita risposta a tutte le domande entro la fine dell'anno.


Persone di riferimento:
- Susanna Gadient, responsabile dell'Ufficio del servizio sociale, tel. 081 257 26 51, e-mail Susanna.Gadient@soa.gr.ch  
- Gian Beeli, capo dell'Ufficio di consulenza per l'aiuto alle vittime, tel. 081 257 31 53, e-mail Gian.Beeli@soa.gr.ch


Organo: Ufficio del servizio sociale
Fonte: it Ufficio del servizio sociale
Neuer Artikel