Contenuto della pagina

Tre messaggi relativi al nuovo diritto cantonale in materia di giochi in denaro

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Il Governo ha licenziato tre messaggi relativi alla nuova legislazione cantonale sui giochi in denaro a destinazione del Gran Consiglio. Si mira così ad attuare la legge federale sui giochi in denaro, entrata in vigore all'inizio del 2019. Per la popolazione la nuova legislazione non comporterà cambiamenti di rilievo rispetto alla situazione odierna.

I tornei di poker e gli apparecchi automatici da gioco continueranno a essere vietati al di fuori dei casinò. Il poker nella cerchia privata verrà invece permesso e le regolamentazioni concernenti le lotterie di intrattenimento saranno parzialmente allentate.

Lotterie di intrattenimento esenti da autorizzazione

Attualmente le tombole o le lotterie organizzate in occasione di trattenimenti ricreativi necessitano di un'autorizzazione (comune). In futuro sarà sufficiente notificare tali lotterie di intrattenimento all'Ufficio della migrazione e del diritto civile. L'obbligo d'autorizzazione vigente viene abrogato. Tuttavia la somma totale massima delle poste ammonterà a 50 000 franchi. Finora nel Cantone dei Grigioni non esisteva una somma totale massima.

Autorizzazione per lo svolgimento di piccole partite di poker nella cerchia privata

Attualmente nel Cantone dei Grigioni i tornei di poker possono essere organizzati esclusivamente nei casinò di St. Moritz e di Davos. Appena il diritto federale in materia di giochi in denaro sarà attuato, sarà possibile giocare a poker nella cerchia privata legalmente e senza autorizzazione. Per cerchia privata si intende un gruppo di persone con legami di carattere familiare, professionale o simili, che non invita pubblicamente a giocare a poker e che non organizza partite di poker per mestiere. Il Governo è convinto che autorizzando lo svolgimento di partite di poker all'interno della cerchia privata si potrà legalizzare la maggior parte delle partite di poker, oggi illegali.

Il Cantone dei Grigioni potrebbe ammettere il poker in maniera più ampia se permettesse agli organizzatori che agiscono per mestiere di svolgere partite di poker con un'autorizzazione. Secondo il Governo, gli interessi privati che vanno a supporto di una tale regolamentazione sono sproporzionati rispetto al rischio di dipendenza da gioco d'azzardo e all'onere necessario per sorvegliarne il rispetto. Pertanto continueranno a essere vietati tornei di poker svolti presso ristoranti o locali da gioco.

Divieto di apparecchi automatici da gioco al di fuori dei casinò

Finora nel Cantone dei Grigioni gli apparecchi automatici da gioco erano vietati. Questo divieto si è rivelato valido da molto tempo. Per evitare che nei ristoranti e nei locali da gioco grigionesi vengano reintrodotti apparecchi automatici per gioco d'azzardo, l'attuale divieto di apparecchi automatici da giochi di destrezza va mantenuto. In questo contesto devono essere vietati anche i giochi di destrezza intercantonali e online, dal momento che il diritto federale non permette ai Cantoni di vietare solo singole categorie di giochi di destrezza di grande estensione. Per questo motivo il Governo propone di aggiungere un divieto di svolgimento per tutti i giochi di destrezza di grande estensione nella legge sui giochi in denaro del Cantone dei Grigioni.

Allegati:

- Messaggio concernente la legge sui giochi in denaro del Cantone dei Grigioni
- Messaggio concernente l'adesione alla Convenzione sui giochi in denaro sul piano nazionale (CGD)
- Accordo intercantonale concernente l'organizzazione in comune di giochi in denaro (IKV 2020)


Persona di riferimento:

Consigliere di Stato Peter Peyer, direttore del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, tel. 081 257 25 01, e-mail Peter.Peyer@djsg.gr.ch


Organo: Governo
Fonte: it Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità

Neuer Artikel