Navigazione principale

Contenuto della pagina

Comunicato del Governo del 14 giugno 2018

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo ha preso posizione in merito alle modifiche previste dalla Confederazione nel settore della sublocazione. Inoltre ha preso atto di un rapporto sulla mobilità nei Grigioni e ha concesso contributi per il viadotto della Landwasser quale prodotto turistico nonché per il nuovo centro di allenamento del vivaio dell'HCD.

La nuova disciplina relativa alla sublocazione comporta incertezza giuridica
Il Governo ha preso posizione riguardo al progetto posto in consultazione dal Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) avente ad oggetto la modifica dell'ordinanza concernente la locazione e l'affitto di locali d'abitazione o commerciali (OLAL). Il Governo è contrario alla revisione proposta.
Negli ultimi anni la progressiva digitalizzazione ha dato origine a una serie di piattaforme di prenotazione, come Airbnb, che operano a livello globale nel settore alberghiero. Queste piattaforme non solo permettono di accedere con facilità a una moltitudine di offerte di alloggi privati, ma anche di contattare gli offerenti e di effettuare prenotazioni. Ciò consente in maniera crescente sia ai conduttori che ai proprietari di alloggi di mettere a disposizione ripetutamente per brevi periodi i loro locali a uso abitativo o commerciale a ospiti provenienti da tutto il mondo. Al fine di poter tenere meglio conto di questi sviluppi, la Confederazione intende procedere a corrispondenti modifiche dell'OLAL.
Con la sua posizione contraria il Governo grigionese non intende chiudersi dinanzi a nuovi sviluppi e nuove forme di locazione. Tuttavia esso ritiene che la disciplina ancorata per legge relativa alla sublocazione sia sufficiente per tenere conto delle circostanze odierne e prevedibili nel prossimo futuro nel settore della sublocazione.
Il Governo ritiene molto importante evitare discipline che non sono assolutamente necessarie e non producono effetti o hanno effetti solo insufficienti o comportano incertezza giuridica.

Procedura di consultazione del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca

Ogni giorno i grigionesi percorrono 44 chilometri
Il Governo ha preso atto del rapporto "Mobilität in Graubünden – Ergebnisse des Mikrozensus Mobilität und Verkehr 2015" dell'aprile 2018. Il microcensimento mobilità e trasporti (MCMT) è un rilevamento statistico della Confederazione svolto a cadenza quinquennale e che fornisce informazioni sul comportamento della popolazione svizzera in materia di trasporti.
Dagli esiti del microcensimento 2015 è emerso tra l'altro che i grigionesi in media ogni giorno percorrono poco meno di 44 chilometri (senza considerare i viaggi all'estero) per i quali impiegano poco più di 100 minuti. Di conseguenza, in analogia a quanto accade negli altri Cantoni di montagna, sia la distanza quotidiana, sia il tempo di percorrenza nel Cantone dei Grigioni sono nettamente superiori alla media svizzera, che è di circa 37 chilometri rispettivamente 90 minuti. Il 48 per cento delle tratte percorse, ossia la quota maggiore, consiste in spostamenti durante il tempo libero. Il pendolarismo (lavoro e formazione) risulta invece nettamente inferiore, attestandosi al 24 per cento.
Con una quota del 69 per cento della distanza percorsa, il traffico motorizzato individuale è di gran lunga il vettore di trasporto più importante. L'83 per cento delle economie domestiche grigionesi possiede almeno un'automobile. La quota delle tratte percorse con i trasporti pubblici ammonta al 24 per cento, mentre la quota del traffico non motorizzato si attesta al 7 per cento. Rispetto al microcensimento 2010 è quindi riscontrabile un lieve spostamento del due per cento dal traffico non motorizzato verso i trasporti pubblici.

Rapporto "Mobilität in Graubünden – Ergebnisse des Mikrozensus Mobilität und Verkehr 2015"

-
©Transreno / Mathias Kunfermann

Sostegno finanziario per la bonifica integrale di Disentis/Mustér
Per i lavori della bonifica integrale di Disentis/Mustér viene stanziato un contributo cantonale di al massimo 9,7 milioni di franchi. Questo contributo del Cantone presuppone un contributo finanziario della Confederazione che sostiene il progetto con oltre 12 milioni di franchi.
Nel marzo 2012 il Comune di Disentis/Mustér ha deciso di procedere a una bonifica integrale. L'area interessata dal progetto comprende circa 829 ettari. Oltre al raggruppamento di terreni, circa 39 chilometri di strade agricole saranno ricostruiti o sistemati. L'obiettivo consiste nella semplificazione delle procedure per l'agricoltura.

-
©Comune di Disentis/Mustér

Contributo NPR per il viadotto della Landwasser quale prodotto turistico

Per il progetto "Landwasserviadukt - Wahrzeichen Graubündens" il Governo ha concesso alla Ferrovia retica (FR) un contributo pari a 900 000 franchi complessivi nel quadro della nuova politica regionale della Confederazione (NPR). I contributi NPR sono a carico della Confederazione e del Cantone in ragione della metà ciascuno.
È previsto che il viadotto della Landwasser diventi il faro della FR e del turismo grigionese. Oltre alla ferrovia è previsto il completamento dell'area di attrazione comprendente il Parc Ela con gli elementi bosco, agricoltura, acqua e selvaggina/caccia. L'area circostante il viadotto della Landwasser dovrà in tal modo diventare una nuova e significativa destinazione per escursioni turistiche estive in tutto il Cantone.
Nel quadro del progetto, sostenuto dalla FR nonché dai comuni di ubicazione e della regione, sarà sviluppato un modello commerciale per l'intera area di attrazione. Saranno anche chiariti i ruoli della FR, dei comuni, della regione, delle organizzazioni turistiche, del Parc Ela e di Grigioni Vacanze. È previsto che entro la primavera 2020 sia disponibile un masterplan completo quale base per un'attuazione definitiva del progetto "Landwasserviadukt - Wahrzeichen Graubündens".

-
©Ferrovia retica

La zona Obere Au a Coira può essere sviluppata ulteriormente
Il Governo ha approvato la revisione parziale della pianificazione locale decisa dalla Città di Coira il 4 marzo 2018. Con questa approvazione nei prossimi anni nella zona Obere Au sarà possibile procedere al rinnovo e all'integrazione degli impianti sportivi nonché allo sviluppo dell'ubicazione per eventi.
Gli impianti sportivi nella zona Obere Au non soddisfano più le esigenze degli utenti e in parte sono obsoleti sotto il profilo edilizio e operativo. È stato elaborato un masterplan al fine di far fronte in modo graduale in particolare alla mancanza di campi sportivi in erba. Sotto il profilo concettuale il masterplan ripartisce l'area in singole zone. L'attuazione del sistema modulare richiede adeguamenti di piccola portata nella pianificazione locale. Con la pianificazione approvata gli strumenti dell'ordinamento di base vengono adeguati in maniera tale da essere conformi al masterplan.

-
©Ufficio federale di topografia

Contributi promozionali per il nuovo centro di allenamento del vivaio dell'HCD
Il Governo ha concesso contributi dal finanziamento speciale per la realizzazione del nuovo centro di allenamento off-ice nel palaghiaccio per gli allenamenti dell'Hockey Club Davos per la promozione dei giovani giocatori di hockey su ghiaccio. Per i settori di promozione impianti sportivi e materiale sportivo il Governo ha stanziato al massimo 89 650 franchi rispettivamente 21 110 franchi.
Il palaghiaccio per gli allenamenti sarà concepito in maniera tale da permettere allenamenti sia sul ghiaccio, sia fuori. Oltre alla pista ghiacciata sono previste due gallerie da 400 metri quadrati ciascuna come centro di allenamento off-ice. Le due gallerie saranno a disposizione esclusivamente per gli allenamenti del vivaio dell'Hockey Club Davos. Gli attrezzi neoinstallati o acquistati soddisfano gli standard odierni nella promozione dei giovani.

-
©HCD/Fanzun

L'ordinanza relativa alla legge scolastica e le griglie orarie saranno aggiornate
La revisione parziale dell'ordinanza relativa alla legge scolastica del 25 settembre 2012 viene approvata dal Governo. Inoltre il Governo ha approvato le spiegazioni aggiornate riguardo alle griglie orarie per la scuola popolare dei Grigioni dall'anno scolastico 2018/19 e ha posto in vigore le griglie orarie aggiornate con effetto al 1° agosto 2018.
Il 15 marzo 2016 il Governo ha deciso l'introduzione del Piano di studio 21 con effetto dall'anno scolastico 2018/19 (scuola dell'infanzia, grado elementare e 1a/2a classe del grado secondario I) rispettivamente a partire dall'anno scolastico 2019/20 (3a classe del grado secondario I) comprese le griglie orarie. A seguito dell'introduzione del nuovo piano di studio si è reso necessario adeguare singoli articoli dell'ordinanza relativa alla legge scolastica. In parallelo sono state aggiornate le spiegazioni relative alle griglie orarie nonché concretizzate le discipline riguardo alla formazione continua intensiva per insegnanti.


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel