Navigazione principale

Contenuto della pagina

Situazione attuale

Vai alla dashboard con i numeri aggiornati dei casi di COVID-19 e la loro evoluzione nel Cantone dei Grigioni, ordinati per regione:

 visualizzatore ottimizzato per il desktop

   visualizzatore ottimizzato per i dispositivi mobili

Vaccinazioni Canton Grigioni

Corona_Impfstatistik
statovaccino somministrato 1xvaccino somministrato 2xtot. annunciati per la vaccinazione
08.04.202126'77217'47941'522
Corona Test 11 - 13 dicembre

Updates

 

 

Focolaio di casi di coronavirus nonostante le vaccinazioni219640text/html; charset=utf-8 WCAG Media Message09.04.2021 12:03:15Seiteninformationen Erste Mitteilung Neuen Beitrag einfügen In un centro per anziani nella valle grigione del Reno è stato riscontrato un focolaio di casi di coronavirus 83https://www.gr.ch/IT/media/Comunicati/MMStaka/2021/Seiten/Forms/AllItems.aspxhtmlFalseaspx08.04.2021 22:00:00<p>In un centro per anziani nella valle grigione del Reno è stato riscontrato un focolaio di casi di coronavirus. L'episodio riguarda quattro ospiti della struttura che avevano ricevuto la seconda dose di vaccino già nel mese di febbraio del 2021. Attualmente l'Ufficio dell'igiene pubblica sta analizzando i casi. Le persone interessate stanno manifestando decorsi lievi. Un altro focolaio di casi di coronavirus è stato registrato nel centro di partenza Flüeli a Valzeina.<br> </p><div class="gr-article-entry"> <p><strong>In un centro per anziani nella valle grigione del Reno è stato riscontrato un focolaio di casi di coronavirus. L'episodio riguarda quattro ospiti della struttura che avevano ricevuto la seconda dose di vaccino già nel mese di febbraio del 2021. Attualmente l'Ufficio dell'igiene pubblica sta analizzando i casi. Le persone interessate stanno manifestando decorsi lievi. Un altro focolaio di casi di coronavirus è stato registrato nel centro di partenza Flüeli a Valzeina.</strong></p> <p><span>Il contact tracing cantonale ha registrato un focolaio di casi di coronavirus in un centro per anziani. Attualmente l'episodio riguarda quattro ospiti della struttura, a cui le due dosi di vaccino Comirnaty erano state somministrate rispettivamente a metà gennaio e a inizio febbraio del 2021. Secondo lo studio di omologazione il vaccino RNA di Pfizer/BioNTech riduce del 95&#160;per&#160;cento il rischio di sviluppare la malattia&#160;COVID‑19. </span></p> <div class="infogram-embed" data-id="e4cecf65-4e2d-4f52-90aa-ee584b9e8496" data-type="interactive" data-title="it Fallhäufung trotz Impfung 1"></div> <p><span><strong></strong></span><span><strong>I test nella struttura evitano la diffusione del coronavirus</strong><br> </span><span>In collaborazione con la direzione dell'istituto l'Ufficio dell'igiene pubblica ha predisposto i provvedimenti necessari per tutelare gli ospiti e il personale di cura. Le persone interessate si trovano in isolamento e stanno manifestando decorsi lievi. Inoltre per gli ospiti vaccinati è stato reintrodotto l'obbligo di indossare la mascherina. Il piano di protezione del centro per anziani è stato attuato in maniera sistematica. Inoltre la struttura partecipa ai test nelle aziende effettuati su base regolare. In tale contesto i collaboratori si sottopongono regolarmente a test antigenici rapidi. In seguito a primi casi positivi riscontrati tra gli ospiti non vaccinati, in tutta la struttura erano stati svolti test regolari. In tale contesto quattro ospiti già vaccinati erano risultati positivi. Di recente una persona di 84 anni affetta da gravi malattie pregresse è deceduta. Attualmente non è ancora possibile esprimersi in merito alla causa del decesso.</span></p> <div class="infogram-embed" data-id="96cac54b-ab5a-49ca-8d1d-db8745ba52de" data-type="interactive" data-title="it Fallhäufung trotz Impfung 2"></div> <p><span><strong></strong></span><span><strong>I casi di coronavirus vengono analizzati</strong><br> </span><span>Nel Cantone dei Grigioni è stato vaccinato integralmente oltre l'80 per cento degli ospiti di case per anziani e di cura. Nonostante nelle case per anziani e di cura non siano più stati registrati focolai, si sono verificati singoli contagi. Ciò è dovuto anche al fatto che nelle case per anziani e di cura non vi è nessun obbligo di vaccinarsi per le persone particolarmente a rischio e non tutte le persone si sono sottoposte alla vaccinazione. È possibile contrarre la malattia anche dopo la vaccinazione, in particolare se è stata somministrata solo la prima dose di vaccino o se la seconda dose è stata somministrata solo da poco tempo. La protezione completa fornita dal vaccino viene raggiunta 14&#160;giorni dopo la somministrazione della seconda dose.</span></p> <p><span><strong>Occorre continuare a rispettare i provvedimenti di protezione<br> </strong>Attualmente l'Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni e specialisti esterni stanno analizzando la causa alla base del focolaio. L'Ufficio dell'igiene pubblica invita le persone vaccinate a rispettare rigorosamente le regole vigenti in materia di distanziamento e di igiene nonostante la vaccinazione. La vaccinazione offre protezione da un decorso grave della malattia. Studi effettuati in Israele e in Gran Bretagna indicano che le vaccinazioni possono proteggere anche da contagi, tuttavia mancano ancora dati certi in merito.</span></p> <p><span><strong>Focolaio nel centro di partenza Flüeli<br> </strong>Giovedì sera il contact tracing ha registrato inoltre un focolaio di casi di coronavirus nel centro di partenza Flüeli a Valzeina. Al momento 17&#160;persone su 24 sono risultate positive al coronavirus. L'Ufficio dell'igiene pubblica ha disposto il regime di quarantena per il centro di partenza e ha posto in isolamento le persone positive, che manifestano decorsi lievi. Gli ospiti risultati negativi al test trascorrono la quarantena in stanze singole. Attualmente il grado di occupazione del centro di partenza è circa del 50&#160;per&#160;cento.<br> </span></p> <p><span><br> <strong>Informazioni&#58;</strong><br> Servizio di comunicazione coronavirus del Cantone dei Grigioni, e‑mail&#160;<a href="mailto&#58;">kfsmedien@amz.gr.ch</a></span></p> <p><span><br> Organo&#58; Ufficio dell'igiene pubblica<br> Fonte&#58; Cancelleria dello Stato<br> <br> <br> </span></p> </div>
Revoca dell'obbligo di indossare la mascherina a partire da lunedì 12 aprile 2021 per gli allievi della 5a e della 6a classe elementare nelle scuole e nelle istituzioni che partecipano ai test nelle scuole216261text/html; charset=utf-8 WCAG Media Message08.04.2021 07:31:00Seiteninformationen Erste Mitteilung Neuen Beitrag einfügen Il Governo motiva la decisione con le esperienze positive maturate con i test settimanali nelle scuole 133https://www.gr.ch/IT/media/Comunicati/MMStaka/2021/Seiten/Forms/AllItems.aspxhtmlFalseaspx07.04.2021 22:00:00L'obbligo di indossare la mascherina per gli allievi della 5a&#160;e&#160;della&#160;6a&#160;classe elementare nelle scuole e nelle istituzioni che partecipano ai test nelle scuole viene revocato. Il Governo motiva la decisione con le esperienze positive maturate con i test settimanali nelle scuole.<div class="gr-article-entry"> <p><b>L'obbligo di indossare la mascherina per gli allievi della 5a e della 6a classe elementare nelle scuole e nelle istituzioni che partecipano ai test nelle scuole viene revocato. Il Governo motiva la decisione con le esperienze positive maturate con i test settimanali nelle scuole.</b></p> <p>A seguito della difficile situazione epidemiologica in quel momento, l'11&#160;febbraio 2021 il Governo grigionese aveva introdotto l'obbligo di indossare la mascherina per gli allievi della 5a e della 6a classe delle scuole elementari. Ora questo provvedimento viene revocato. La decisione viene motivata con gli effetti positivi della strategia di test cantonale. I test nelle scuole che vengono svolti a cadenza settimanale sono uno strumento che permette di individuare le persone contagiate in tempi rapidi e di interrompere le catene di contagio. Circa un mese dopo l'adozione di questa iniziativa su tutto il territorio cantonale, oltre il 95&#160;per&#160;cento delle scuole dell'obbligo grigionesi partecipa ai test nelle scuole.</p> <div class="infogram-embed" data-id="d4edf679-de2d-4ace-b2c6-03361de16b41" data-type="interactive" data-title="it Aufhebung Maskenpflicht"></div> <p><b>L'obbligo di indossare la mascherina nel grado secondario&#160;I viene mantenuto</b><br> Per gli insegnanti e l'altro personale scolastico l'obbligo di indossare la mascherina rimane valido. Anche gli allievi del grado secondario I devono continuare a indossare la mascherina. Tuttavia durante le pause all'aperto gli allievi della scuola dell'obbligo potranno togliersi la mascherina, a condizione che la distanza minima di 1,5&#160;m venga rispettata e indipendentemente dal fatto che la scuola o l'istituzione partecipi ai test nelle scuole o meno.</p> <br> <p><b>Informazioni&#58;</b><br> Servizio di comunicazione coronavirus del Cantone dei Grigioni, e-mail&#160;<a href="mailto&#58;kfsmedien@amz.gr.ch">kfsmedien@amz.gr.ch</a>, tel.&#160;+41&#160;79&#160;716&#160;22&#160;95 (esclusivamente per i giornalisti)</p> <br> <p>Organo&#58; Governo<br> Fonte&#58; Cancelleria dello Stato</p> </div>
I Grigioni sono pronti a far fronte alla grande domanda di vaccinazioni215904text/html; charset=utf-8 WCAG Media Message08.04.2021 07:01:00Seiteninformationen Erste Mitteilung Neuen Beitrag einfügen Entro la fine di giugno nei Grigioni tutti coloro che desiderano vaccinarsi dovrebbero ricevere la prima dose di 278https://www.gr.ch/IT/media/Comunicati/MMStaka/2021/Seiten/Forms/AllItems.aspxhtmlFalseaspx07.04.2021 22:00:00Entro la fine di giugno nei Grigioni tutti coloro che desiderano vaccinarsi dovrebbero ricevere la prima dose di vaccino contro il coronavirus. Nelle prossime settimane il Cantone attende forniture cospicue di dosi. Per procedere il più rapidamente possibile alla somministrazione e per semplificare la pianificazione, il piano di vaccinazione esistente viene adeguato. Ora i gradi di priorità verranno definiti in base ai gruppi di età. Inoltre il personale sanitario avrà accesso prioritario alla vaccinazione.<div class="gr-article-entry"> <p><strong>Entro la fine di giugno nei Grigioni tutti coloro che desiderano vaccinarsi dovrebbero ricevere la prima dose di vaccino contro il coronavirus. Nelle prossime settimane il Cantone attende forniture cospicue di dosi. Per procedere il più rapidamente possibile alla somministrazione e per semplificare la pianificazione, il piano di vaccinazione esistente viene adeguato. Ora i gradi di priorità verranno definiti in base ai gruppi di età. Inoltre il personale sanitario avrà accesso prioritario alla vaccinazione. </strong></p> <p>Attualmente nei Grigioni sono circa 1200 le persone che ogni giorno si sottopongono alla vaccinazione. Per la prossima settimana è attesa la fornitura di circa 15 000 dosi. Entro la fine di giugno 2021 verranno fornite circa 184 100 dosi. Pertanto attualmente si può partire dal presupposto che entro la fine di giugno tutte le persone desiderose di vaccinarsi nel Cantone avranno ricevuto la prima dose di vaccino. <br> <br> Nelle ultime settimane i centri di vaccinazione hanno aumentato le loro capacità e sono pronti per somministrare queste quantità di vaccino in breve tempo. Il piano di vaccinazione viene adeguato per migliorare la pianificazione. Ora i gradi di priorità verranno definiti in base ai gruppi di età. Ciò permette di garantire che i gruppi più esposti (personale sanitario a contatto con persone particolarmente a rischio) nonché le persone che soffrono di malattie croniche più lievi (in prevalenza persone con più di 45 anni) possano beneficiare in tempi rapidi della protezione offerta dal vaccino. Inoltre il personale sanitario avrà accesso prioritario alla vaccinazione.<br> </p> <div class="infogram-embed" data-id="430b6e66-f989-4ad1-8365-83833c9f89b0" data-type="interactive" data-title="it Anpassung Impfplan 1"></div> <p><strong>Le persone dai 45 anni di età in su possono annunciarsi</strong><br> Per garantire che decine di migliaia di grigionesi appartenenti alla fascia di età dai 16 ai 65 anni possano essere vaccinati senza che vi siano intoppi, questo gruppo viene ripartito in sottogruppi che comprendono sempre un decennio.<br> <br> Il personale sanitario e le persone dai 45 anni di età in su potranno annunciarsi a partire da giovedì 8 aprile 2021. Ciò è necessario per pianificare la più grande campagna di vaccinazione nella storia recente dei Grigioni in collaborazione con i centri di vaccinazione. Gli appuntamenti per le vaccinazioni non verranno assegnati immediatamente, infatti potranno verificarsi tempi di attesa fino a due mesi e mezzo. Gli appuntamenti per le vaccinazioni verranno assegnati in base all'età. La priorità continuerà a essere attribuita a persone che soffrono di gravi malattie croniche e agli over 75. <br> </p> <div class="infogram-embed" data-id="fe741d98-bc83-4c8e-80bf-d55d9da0a9f7" data-type="interactive" data-title="it Anpassung Impfplan 2"></div> <p><strong>La maggioranza degli over 80 desiderosi di vaccinarsi è stata vaccinata</strong><br> DSoprattutto all'inizio della campagna di vaccinazione in gennaio le quantità di vaccino erano limitate. Per tale ragione il Cantone dei Grigioni ha definito e attuato il piano di vaccinazione in base all'ordine di priorità proposto dalla Commissione federale per le vaccinazioni. La grande maggioranza dei primi tre gruppi (ospiti di case per anziani, over 75, persone che soffrono di gravi malattie croniche) ha ricevuto un appuntamento di vaccinazione. In aggiunta, praticamente tutti gli over 80 che si erano annunciati tramite la piattaforma sono stati vaccinati (ciò corrisponde a circa il 53 per cento della popolazione di età superiore a 80 anni). Attualmente sono gli over 75, le persone che soffrono di gravi malattie croniche nonché le persone di età compresa tra i 65 e i 74 anni a essere convocati per le vaccinazioni. </p> <p>Le informazioni riguardo alla vaccinazione contro il coronavirus vengono aggiornate su base continua sul sito web <a href="/IT/istituzioni/amministrazione/djsg/ga/coronavirus/info/impfen/Seiten/impfen.aspx">www.gr.ch/impfung</a>.</p> <br> <p><strong>Allegato&#58;</strong><span></span></p> <p><a href="/DE/Medien/Mitteilungen/MMStaka/2021/Documents/CalendarioDiVaccinazione_IT_20210408.pdf?csf=1&amp;e=7ceLjz" target="_blank" class="pdf has-icon new-window pdf?csf=1&amp;e=7ceLjz">piano di vaccinazione</a>&#160;(stato 8 aprile 2021)</p> <br> <p><strong>Informazioni&#58;</strong><br> Servizio di comunicazione coronavirus del Cantone dei Grigioni, e‑mail&#160;<a href="mailto&#58;kfsmedien@amz.gr.ch">kfsmedien@amz.gr.ch</a></p> <br> <p>Organo&#58; Governo<br> Fonte&#58; Cancelleria dello Stato<br> </p> </div>
Coronavirus: la strategia di test grigionese si dimostra efficace205261text/html; charset=utf-8 WCAG Media Message31.03.2021 08:30:21Seiteninformationen Erste Mitteilung Neuen Beitrag einfügen Attualmente il numero di casi di coronavirus nei Grigioni si mantiene a livelli costanti Oltre il 35 per cento della 477https://www.gr.ch/IT/media/Comunicati/MMStaka/2021/Seiten/Forms/AllItems.aspxhtmlFalseaspx30.03.2021 22:00:00Attualmente il numero di casi di coronavirus nei Grigioni si mantiene a livelli costanti. In ampia misura ciò è correlato alla strategia di test del Cantone. Oltre il 35&#160;per cento della popolazione si sottopone regolarmente ai test. Dopo due mesi il Cantone dei Grigioni trae un primo bilancio.<div class="gr-article-entry"> <p><strong>Attualmente il numero di casi di coronavirus nei Grigioni si mantiene a livelli costanti. In ampia misura ciò è correlato alla strategia di test del Cantone. Oltre il 35&#160;per cento della popolazione si sottopone regolarmente ai test. Dopo due mesi il Cantone dei Grigioni trae un primo bilancio. </strong></p> <p>Per quanto riguarda l'incidenza su 7&#160;giorni e il valore R0, i Grigioni presentano il secondo valore più basso a livello nazionale. Nei Grigioni il numero di casi è stabile, mentre in quasi tutta la Svizzera è in aumento. Questo è il risultato della strategia di test attiva e preventiva portata avanti nei Grigioni. </p> <p><strong>Chiudere i comprensori sciistici sarebbe costato almeno 320&#160;milioni di franchi</strong><br> La strategia attiva di test produce ulteriori effetti positivi&#58; a seguito dell'elevata mobilità durante i mesi invernali era atteso un aumento dei casi nell'ordine del 20&#160;per cento. Grazie ai test preventivi nelle aziende tuttavia il numero di casi è rimasto stabile. Ciò ha permesso di rinunciare a provvedimenti più impattanti e ad esempio anche i comprensori sciistici sono sempre rimasti aperti. Secondo i calcoli del Forum economico dei Grigioni, la chiusura dei comprensori sciistici sarebbe costata 320&#160;milioni di franchi aggiuntivi.</p> <p>Anche i test pilota svolti a metà dicembre 2020 nelle regioni Bernina, Engiadina Bassa/Val Müstair e Maloja si sono rivelati efficaci. In queste regioni, pesantemente colpite in quel periodo, sia il numero di casi sia il tasso di mortalità sono stati ridotti sensibilmente.</p> <div class="infogram-embed" data-id="96798583-3d23-4542-9216-2f82c4177d1f" data-type="interactive" data-title="it Fazit 1 Teststrategie"></div> <p><strong>Il 45&#160;per cento della popolazione mobile si sottopone regolarmente ai test<br> </strong>Da inizio febbraio oltre 1500&#160;aziende e circa 50&#160;000&#160;collaboratori partecipano ai test regolari nelle aziende. Inoltre più di 21&#160;900&#160;allievi, insegnanti e collaboratori di 144&#160;scuole dell'obbligo e scuole medie superiori grigionesi partecipano ai test su base volontaria. Questa partecipazione elevata coinvolge il 45&#160;per cento della popolazione mobile (dai 5&#160;ai 64&#160;anni). Da quando nelle aziende e nelle scuole vengono svolti test regolari non si sono più verificati focolai. Finora i test nelle aziende e nelle scuole hanno permesso di individuare rispettivamente 193&#160;e 16&#160;persone asintomatiche.</p> <p><strong>I test permettono di evitare perdite milionarie causate da quarantene evitabili</strong><br> I test regolari nelle aziende danno sicurezza ai collaboratori e ai clienti e permettono di mantenere l'operatività delle aziende. Inoltre le aziende partecipanti traggono beneficio da un adeguamento della regolamentazione relativa alla quarantena&#58; i collaboratori che hanno avuto contatti stretti con una persona infetta (meno di 1,5&#160;metri per oltre 15&#160;minuti senza protezione adeguata) non sono tenuti a mettersi in quarantena. Possono continuare a lavorare, purché non abbiano sintomi e nel quadro dei test quotidiani in azienda continuino a presentare un risultato negativo per sette giorni. Una volta trascorsi questi sette giorni riprende il ritmo abituale in cui vengono effettuati i test. </p> <p>Dall'analisi del contact tracing è emerso che durante la quarantena solo una persona su dieci sviluppa la malattia. Le assenze sul lavoro comportano perdite milionarie per l'economia. I test nelle aziende e l'adeguamento delle regole relative alla quarantena permettono sia di individuare persone positive sia di ridurre le perdite economiche.</p> <p><strong>I centri di test saranno aperti durante le festività pasquali</strong><br> Grazie alla strategia di ampio respiro portata avanti per combattere la pandemia e composta da dieci elementi il Cantone dei Grigioni dispone di un quadro significativo riguardo alla diffusione del coronavirus nelle regioni. In caso di necessità ciò permette di adottare misure immediate in maniera rapida e mirata. Ciò dovrà essere garantito anche durante le festività pasquali caratterizzate da maggiore mobilità. I centri di test regionali rimarranno aperti anche durante le festività. Invitiamo la popolazione a sottoporsi al test anche in presenza di sintomi lievi.</p> <p><strong>Allegato&#58;</strong><br> <a href="/DE/Medien/Mitteilungen/MMStaka/2021/DokumenteMedien/praesentation_schutzkonzept_graubuenden_31032021.pdf" target="_blank" class="pdf has-icon new-window">Presentazione</a></p> <p><br> <strong>Informazioni&#58; </strong><br> Servizio di comunicazione coronavirus del Cantone dei Grigioni, e-mail <a href="mailto&#58;kfsmedien@amz.gr.ch">kfsmedien@amz.gr.ch</a>, tel.&#160;+41&#160;79&#160;716&#160;22&#160;95 (esclusivamente per i giornalisti)</p> <p><br> Organo&#58; Ufficio dell'igiene pubblica <br> Fonte&#58; it Ufficio dell'igiene pubblica</p> </div>
Comunicati stampa del Consiglio federale, 19.03.2021544806text/html; charset=utf-8 Corona News Stub22.03.2021 15:28:18Coronavirus: dal 22 marzo allentamenti per gli incontri privati; rinviate ulteriori riaperture a causa dell’aumento delle infezioni Coronavirus: proroga delle misure in 19https://www.gr.ch/IT/istituzioni/amministrazione/djsg/ga/coronavirus/info/aktuell/archiv/Seiten/Forms/AllItems.aspxhtmlFalseaspx21.03.2021 23:00:00<ul> <li><a href="https&#58;//www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa/comunicati-stampa-consiglio-federale.msg-id-82762.html" target="_blank">Coronavirus&#58; dal 22 marzo allentamenti per gli incontri privati; rinviate ulteriori riaperture a causa dell’aumento delle infezioni</a></li> <li><a href="https&#58;//www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa/comunicati-stampa-consiglio-federale.msg-id-82744.html" target="_blank">Coronavirus&#58; proroga delle misure in materia di lavoro ridotto</a></li> </ul>

Ultime mutazioni