Navigation

Inhaltsbereich

Il nuovo coronavirus è altamente contagioso e può causare un decorso grave e portare alla morte. La vaccinazione non solo riduce il carico della malattia e protegge quindi il sistema sanitario, ma permette anche di limitare le conseguenze negative della pandemia a livello sociale ed economico.

  • La vaccinazione di richiamo è vivamente raccomandata a tutte le persone particolarmente a rischio. Possono riceverla anche tutte le altre persone dai 16 anni in su, in particolare i professionisti della salute e coloro che assistono persone particolarmente a rischio. 
  • Le persone che non hanno accesso a Internet possono richiedere l’appuntamento direttamente al centro di vaccinazione per telefono.

annunciarsi qui

 

La vaccinazione

  • riduce le forme gravi di COVID-19 e le conseguenze a lungo termine (Long-COVID);
  • riduce il rischio di mutazioni del virus a causa dell'emergere di nuove varianti;
  • riduce la pressione sul sistema sanitario;

Fatti sulla vaccinazione anti-COVID-19

Sulla vaccinazione anti-COVID-19 circolano alcune fake news nonché falsi miti e dicerie. Qui trovate fatti importanti e la relativa spiegazione scientifica.

Quali sono i vantaggi di una vaccinazione di richiamo?

Secondo le conoscenze attuali, un’ulteriore vaccinazione di richiamo migliora, almeno temporaneamente, la protezione individuale da un decorso grave della malattia, soprattutto nelle persone particolarmente a rischio. La vaccinazione impedisce in minima parte la trasmissione del virus e offre soltanto una protezione limitata da decorsi lievi.

Se ho già ricevuto una vaccinazione di richiamo, devo farmi vaccinare nuovamente?

Alle persone particolarmente a rischio che hanno ricevuto una vaccinazione di richiamo si raccomanda di farsi vaccinare nuovamente. La vaccinazione dovrà però essere somministrata soltanto a partire da quattro mesi dopo l’ultima vaccinazione o guarigione.

Il vaccino bivalente adattato è migliore di quello monovalente attualmente disponibile?

Secondo le conoscenze attuali si presume che le due generazioni di vaccini offrano una protezione comparabile da un decorso grave. Si ritiene che il vaccino bivalente protegga leggermente meglio dall’infezione causata dall’attuale sottovariante Omicron BA.5, soprattutto dalle infezioni con decorso lieve.

La vaccinazione mi protegge meglio da una condizione post-COVID-19?

Molti studi indicano che il rischio di una condizione post-COVID-19 è nettamente (significativamente) inferiore in caso di vaccinazione. Per contro, gli studi non possono dimostrare chiaramente l’efficacia di una vaccinazione anche come terapia.

Nel frattempo la maggior parte della popolazione ha sviluppato un certo livello di immunità. Cosa significa?

Oggigiorno si presume che il 97 per cento della popolazione in Svizzera presenti una certa immunità. Infatti, la maggior parte delle persone è vaccinata, è guarita da un’infezione o entrambe le cose. Questa immunità non può tuttavia prevenire totalmente le infezioni. Per questo motivo il rischio di decorso grave in inverno è molto basso nelle persone sane fino ai 65 anni.

Se il mio certificato è scaduto, devo farmi vaccinare per ottenere un nuovo certificato?

Da febbraio 2022 in Svizzera non è più richiesto alcun certificato. L’app «COVID Certificate» indica ora soltanto il momento della vaccinazione o del test. Chi viaggia in un altro Paese deve tuttora informarsi autonomamente sui requisiti richiesti per test, vaccinazioni o attestazioni di guarigione. I requisiti e le regole in materia di certificati possono variare da un Paese all’altro. I viaggiatori sono tenuti personalmente ad accertarsi delle disposizioni di entrata vigenti nel Paese di destinazione.

Posso farmi vaccinare contemporaneamente contro l’influenza e la COVID-19?

In linea di principio, i vaccini antinfluenzali possono essere somministrati prima, dopo o in concomitanza con una vaccinazione anti-COVID-19. Tutte queste combinazioni sono sicure dal punto di vista medico. Una somministrazione contemporanea delle due vaccinazioni è opportuna soltanto se le finestre temporali ottimali per le due vaccinazioni coincidono.

Posso farmi vaccinare contemporaneamente contro l’influenza e la COVID-19?

In linea di principio, i vaccini antinfluenzali possono essere somministrati prima, dopo o in concomitanza con una vaccinazione anti-COVID-19. Tutte queste combinazioni sono sicure dal punto di vista medico. Una somministrazione contemporanea delle due vaccinazioni nell’autunno 2022 è opportuna soltanto se le finestre temporali ottimali per le due vaccinazioni coincidono.

Come funziona la vaccinazione?

La vaccinazione anti-COVID-19 consente all’organismo di sviluppare una difesa immunitaria specifica contro il virus. Non appena è esposto al virus, l’organismo può così combatterlo evitando di ammalarsi gravemente. La vaccinazione rafforza e allena in modo mirato il nostro sistema immunitario contro il coronavirus.

Quale vaccino è raccomandato?

Per la vaccinazione si raccomanda preferibilmente la vaccinazione con un vaccino a mRNA adattato alle varianti (bivalente) o con il vaccino a base proteica di Novavax, se disponibili, indipendentemente dal vaccino con cui sono state effettuate le precedenti vaccinazioni. Per quanto concerne i vaccini a mRNA (Pfizer/BioNTech o Moderna), per la vaccinazione di richiamo nell’autunno 2022 sono adatti sia i precedenti vaccini monovalenti sia anche il vaccino bivalente adattato alle varianti. I dati attuali mostrano che i vaccini a mRNA monovalenti proteggono ancora bene da decorsi gravi con ospedalizzazione causati dalle nuove varianti Omicron. Importante: le donne in gravidanza e che allattano dovrebbero farsi vaccinare con un vaccino a mRNA (e non con il vaccino a base proteica di Novavax).

A chi è raccomandata la vaccinazione di richiamo anti-Covid-19?

La vaccinazione di richiamo è fortemente raccomandata alle persone particolarmente a rischio, ovvero a:

  • persone a partire dai 65 anni,
  • persone a partire dai 16 anni con una malattia cronica,
  • persone a partire dai 16 anni con trisomia 21,
  • donne in gravidanza.

Anche tutte le altre persone a partire dai 16 anni possono farsi vaccinare. La forza della raccomandazione varia a seconda del gruppo di popolazione.

Gruppo di popolazione Forza della raccomandazione
Persone particolarmente
a rischio
+++
elevata
Personale sanitario e chi assiste persone
particolarmente an rischio
++
media
Tutte le altre persone
tra i 16 e i 64 anni
(+)
bassa

La vaccinazione è raccomandata anche a tutti coloro che non si sono ancora fatti vaccinare contro la Covid-19.

Dove posso farmi vaccinare?

Da metà gennaio 2021 sono attivi nove centri regionali di vaccinazione e test. Da metà maggio 2021 è possibile farsi vaccinare anche presso i medici di famiglia e da metà giugno anche in alcune farmacie.

Dove posso iscrivermi e come funziona?

  • Molti centri di vaccinazione offrono vaccinazioni corona senza appuntamento (walk-in).
  • Le vaccinazioni su appuntamento possono essere prenotate online.
  • Le persone che non hanno accesso a internet possono iscriversi direttamente al centro di vaccinazione per telefono.

Che cosa devo portare con me per la vaccinazione?

La preghiamo di portare con sé all'appuntamento:

  • Tesserino della cassa malati
  • Passaporto, carta d'identità o un altro documento di legittimazione ufficiale
  • diagnosi e/o un elenco dei medicamenti del medico di famiglia o del medico specialista
  • Certificato di vaccinazione, se disponibile

Posso farmi vaccinare anche dal mio medico di famiglia?

Sì. Qui trovate una panoramica aggiornata dei centri di vaccinazione.

Posso farmi vaccinare anche in farmacia?

Sì. Qui trovate una panoramica aggiornata dei centri di vaccinazione.

Quanto costa la vaccinazione?

La vaccinazione Covid-19 raccomandata è gratuita per le persone che hanno il loro domicilio o la loro residenza abituale in Svizzera e per i frontalieri, su presentazione di una prova adeguata.
Non c'è nessuna copertura per le vaccinazioni Covid-19 che non sono raccomandate dalle autorità. Le persone che desiderano essere vaccinate per motivi di viaggio senza la raccomandazione dell'UFSP e della CFV possono ricevere la vaccinazione a pagamento, a condizione che il centro di vaccinazione accetti gli autopaganti.

Inoltre, non sono coperti i costi per le persone che non risiedono in Svizzera o per i viaggiatori provenienti da altri Paesi (ad es. turisti o viaggiatori d'affari). Questo include anche le cittadine e i cittadini svizzeri che risiedono all'estero. La vaccinazione Covid-19 è disponibile per questi gruppi di persone a pagamento, a condizione che il centro di vaccinazione accetti gli autopaganti. Alle persone che risiedono all'estero si raccomanda in genere di vaccinarsi nel luogo di residenza.

Come posso posticipare la data della vaccinazione?

Si prega di contattare il centro di vaccinazione interessato.

Quali effetti collaterali sono da attendersi?

Gli effetti collaterali più comuni documentati negli studi di omologazione sono paragonabili a quelli osservati dopo una vaccinazione antinfluenzale; questi possono risultare più forti dopo la seconda somministrazione.

Le persone vaccinate sono invitate a contattare il proprio centro di vaccinazione, ospedale, medico o farmacista se accusano sintomi più gravi o insoliti dopo la vaccinazione. 

Sono obbligato a farmi vaccinare?

No, non esiste alcun obbligo di vaccinarsi. Ogni persona deve decidere in autonomia se vuole farsi vaccinare.

Sono guarito. Devo farmi vaccinare?

La vaccinazione è consigliata anche dopo la guarigione. Si consiglia di farsi vaccinare per essere più protetti per più tempo. La vaccinazione è raccomandata a partire da 4 mesi dopo aver contratto la malattia.

Perché dovrei farmi vaccinare?

La vaccinazione protegge da una grave forma di Covid-19. 

Le donne incinte o che pianificano una gravidanza possono farsi vaccinare?

La vaccinazione anti-COVID-19 è raccomandata prima o durante la gravidanza in quanto il rischio di decorso grave è molto più elevato nelle donne incinte rispetto alla popolazione generale della stessa età. Inoltre, in caso di infezione da COVID-19 in gravidanza, il rischio di parto prematuro è significativamente maggiore. La vaccinazione prima o durante la gravidanza protegge la madre e il nascituro.

La vaccinazione è consigliata anche alle donne che pianificano una gravidanza.

Alle donne incinte che non hanno ricevuto la vaccinazione prima della gravidanza raccomandiamo di farsi vaccinare a partire da 12 settimane di gravidanza (cioè dal 2° trimestre). Idealmente, la vaccinazione viene somministrata nel secondo o nel terzo trimestre della gravidanza visto che i primi tre mesi sono la fase più sensibile per lo sviluppo degli organi del feto.

Se siete incinte o pianificate una gravidanza e avete domande sulla vaccinazione rivolgetevi al vostro medico o alla levatrice.

I dimoranti temporanei (p.es. lavoratori stagionali) possono registrarsi per la vaccinazione contro il coronavirus?

I lavoratori stranieri il cui permesso di dimora è valido per meno di 3 mesi (p. es. lavoratori stagionali) possono registrarsi nel Canton Grigioni per la vaccinazione contro il coronavirus. È possibile iscriversi tramite il sito web www.gr.ch/impfen.
I lavoratori stranieri necessitano di un numero valido dell’assicurazione malattia svizzera o di una conferma (permesso di soggiorno del Comune o contratto di lavoro).

I bambini e i giovani possono farsi vaccinare?

Non è raccomandata una vaccinazione di richiamo per le persone di età inferiore ai 16 anni, poiché il rischio di una grave malattia di Covid 19 negli adolescenti e nei bambini è molto basso. La maggior parte dei bambini a partire dai 5 anni e degli adolescenti possiede già anticorpi contro il coronavirus a causa di una precedente infezione o vaccinazione. 

Ulteriori informazioni:

Vaccinazione: Così ci proteggiamo (UFSP)

Ulteriori informazioni sulla vaccinazione (UFSP)

Infoline Vaccinazione COVID-19 (UFSP): +41 58 463 00 00 (tutti i giorni dalle ore 8 alle 18)