Zum Seiteninhalt

Violenza domestica

La violenza domestica comprende tutte le azioni di violenza fisica, sessuale, psichica o economica che si manifestano all'interno della famiglia o dell'economia domestica oppure tra coniugi o partner attuali o ex. Indipendentemente dal fatto se l'autore o l'autrice ha o aveva lo stesso domicilio della vittima. La violenza domestica è punibile e in Svizzera è perseguita d'ufficio dal 2004.

La Svizzera ha aderito alla Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul). La Convenzione di Istanbul è una convenzione internazionale di ampia portata sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica. Prevenzione della violenza, protezione delle vittime, perseguimento penale nonché una procedura ampia e coordinata costituiscono le basi della convenzione. Per la Svizzera la Convenzione di Istanbul è in vigore dal 1° aprile 2018.

Nel Cantone dei Grigioni il Servizio di coordinamento violenza domestica garantisce una collaborazione interdisciplinare e professionale nel settore della violenza domestica.

Dove posso ricevere aiuto? – In caso di emergenza chiami la polizia: 117

È vittima di violenza domestica?

Tutti hanno diritto di vivere senza violenza. Se è vittima di violenza domestica, è importante che chieda aiuto. Prima lo si fa, meglio è. I seguenti servizi La sostengono e Le forniscono protezione e sicurezza: 

Polizia cantonale

In caso di emergenza chiami la polizia (117) o sporga denuncia penale presso il più vicino posto di polizia. La polizia fornisce subito protezione e aiuto.

Aiuto alle vittime dei Grigioni

L'Aiuto alle vittime Le fornisce consulenza e sostegno in modo gratuito e confidenziale, su richiesta anche in forma anonima. L'Aiuto alle vittime è raggiungibile al numero di telefono 081 257 31 50 oppure per e-mail all'indirizzo opferhilfe@soa.gr.ch.

Casa per donne dei Grigioni

La Casa per donne offre a donne vittime di violenza e ai loro figli un alloggio protetto, aiuto e una consulenza gratuita e anonima. La Casa per donne dei Grigioni è raggiungibile 24 ore su 24 al numero di telefono 081 252 38 02. 

È Lei stesso/a autore/autrice di violenza o minaccia di usarla?

Teme di perdere il controllo? Mostri coraggio e faccia qualcosa per evitarlo, prima che sia troppo tardi. Le persone che esercitano violenza possono rivolgersi in forma gratuita e anonima al numero di telefono 079 544 38 63 dell'Ufficio di consulenza per le persone che esercitano violenza dei Grigioni.

Quando devo chiedere aiuto?

Dal 1° gennaio 2019 in Svizzera sono in vigore le nuove prescrizioni relative alle segnalazioni all'Autorità di protezione dei minori e degli adulti APMA. La modifica legislativa ha l'obiettivo di migliorare la protezione dei bambini in età prescolare. Quale novità, sono soggette all'obbligo di segnalazione non soltanto le persone che svolgono una funzione pubblica, bensì anche le persone che per ragioni professionali hanno contatti quotidiani con bambini. Inoltre è stato agevolato il diritto di segnalazione delle persone soggette al segreto professionale. La Conferenza per la protezione dei minori e degli adulti COPMA ha elaborato un promemoria (solo in tedesco) relativo ai diritti e agli obblighi di segnalazione all'APMA, illustra le prescrizioni cantonali relative alle segnalazioni (solo in tedesco) e mette a disposizione un modello per segnalazioni all'APMA (solo in tedesco).

Nel Cantone dei Grigioni il diritto cantonale obbliga gli specialisti dei settori medicina, cure, formazione, educazione, assistenza, consulenza sociale e religione che nell'esercizio della loro professione vengono a conoscenza di un'acuta minaccia per gli altri o per sé stesso di un minore o di una persona adulta, a dare avviso di tale minaccia.

Cos'è la violenza domestica?

Possibili forme di violenza:

  • violenza fisica (ad es. percuotere con o senza l'uso di oggetti, spingere, scrollare, mordere, strangolare, legare, rendere bersaglio del lancio di oggetti, aggredire, fino a uccidere)
  • violenza sessuale (ogni pratica sessuale senza consenso, non desiderata o non tollerata)
  • violenza psichica (ad es. minaccia, coazione, privazione della libertà, stalking, cyberstalking e cyberbullismo (stalking e mobbing in internet))
  • violenza sociale (restrizioni nella vita sociale di una persona, come messa sotto tutela, divieto o rigido controllo di contatti familiari o esterni, chiudere in casa o anche il divieto di apprendere una lingua nazionale)
  • violenza economica (divieto di lavorare o lavoro coatto, sequestro del salario, come pure il diritto di disporre esclusivo sulle risorse finanziarie da parte del partner o costrizione a cofirmare contratti di credito)
  • matrimonio forzato

La violenza domestica si manifesta all'interno delle seguenti tipologie relazionali:

  • violenza contro le donne all'interno di relazioni di coppia e in situazioni di separazione
  • violenza contro gli uomini all'interno di relazioni di coppia e in situazioni di separazione
  • bambini quali cointeressati dalla violenza all'interno di relazioni di coppia e in situazioni di separazione
  • violenza all'interno di relazioni di coppia tra adolescenti
  • violenza tra adulti all'interno di altre relazioni familiari, ad es. nel quadro di un matrimonio forzato
  • violenza contro persone anziane all'interno della famiglia
  • violenza all'interno di relazioni tra anziani
  • violenza di genitori o dei loro partner nei confronti di bambini e adolescenti
  • violenza nei confronti di bambini e adolescenti all'interno di altre relazioni familiari
  • violenza di bambini e adolescenti nei confronti dei genitori
  • violenza tra fratelli/sorelle