Zum Seiteninhalt

Economia agricola e forestale

Nei Grigioni, Cantone di montagna, l'economia agricola e forestale ha un significato particolare. In totale, l'6 percento delle persone attive lavora in questo settore.

I contadini grigionesi curano l'agricoltura di una parte dell'arco alpino. Dalle viti ai castagni nel Sud attraverso le cime più alte Alpi ed i ripidi pendii delle numerose valli fino alla Valle grigione del Reno, dove crescono tutti i prodotti della campicoltura e dove le uve producono uno dei migliori vini della Svizzera.

-

 

Il contadino grigionese è di regola un contadino di montagna. Solo il 7 percento delle 2445 aziende agricole si trova nel fondovalle, tutte le altre si trovano in montagna. I contadini di montagna grigionesi sono innovativi e producono in sintonia con la natura. Circa il 50 percento delle aziende è gestito secondo criteri biologici.

Prodotti attrattivi

Nel Cantone, circa il 25 percento del latte viene trasformato principalmente in formaggio di montagna grigionese. Molti conoscono anche la carne secca e il "salsiz" grigionesi. Questo settore dispone ugualmente di un grande potenziale di mercato. La collaborazione dei contadini con il turismo grigionese rappresenta un'opportunità unica a questo scopo. L'associazione "alpinavera", con sede a Coira, fondata da produttori provenienti dai tre Cantoni di montagna Uri, Glarona e Grigioni, facilita l'accesso ai prodotti e incentiva lo smercio.

Numerosi posti di lavoro

Anche l'economia forestale è economicamente importante per i Grigioni. In tutto il Cantone vi sono circa 670 posti di lavoro nell'economia forestale (aziende forestali pubbliche e private) e circa 650 posti di lavoro nell'industria del legno. Nei Grigioni, la maggior parte, ovvero l'85 percento, dei boschi appartiene ai comuni. La riserva di legname ammonta a ca. 51 milioni di metri cubi. Negli ultimi 4 anni, nei boschi pubblici e privati sono stati sfruttati in media 405 000 metri cubi di legna all'anno.

Ma il bosco non fornisce unicamente il legno quale materiale di costruzione e fonte di energia, svolge bensì anche altre importanti funzioni. Esso protegge da valanghe, cadute massi e frane (colate detritiche), è spazio vitale di molte specie animali e vegetali indigene ed è a disposizione di tutti quale spazio di svago e di riposo.