Panoramica dei Grigioni

I Grigioni – l'unico Cantone trilingue della Svizzera – sono diversificati dal profilo economico, culturale e politico. La lingua e la cultura romancia sono una componente essenziale della peculiarità grigionese. I Grigioni sono però anche un Cantone di bellezze paesaggistiche e attrazioni turistiche.

I Grigioni sono "una piccola Svizzera nella Svizzera" osservò correttamente lo scrittore e politico Heinrich Zschokke verso la metà del XIX secolo. I Grigioni sono il Cantone con la superficie più estesa e, con 196 600 abitanti, al contempo anche il Cantone con la minore densità di popolazione. Nella capitale Coira, la città più vecchia della Svizzera, vivono 37 237 persone.

-
©Marcus Gyger

Natura allo stato puro

I Grigioni non sono soltanto molteplicità culturale e linguistica, ma anche natura allo stato puro: 615 laghi, oltre 900 vette e 150 valli. I Grigioni sono un tipico paese di montagne e altopiani. Il 41 percento della popolazione grigionese vive a un'altitudine superiore ai 1000 metri. La montagna più alta è il Piz Bernina con 4049 mslm, il punto più basso il confine cantonale con il Ticino a 260 metri.

Piazza economica attrattiva

 Nei Grigioni la maggior parte degli impiegati lavora oggi nel settore terziario. Un carico fiscale moderato, personale con ottima formazione, un'elevata produttività lavorativa e buone infrastrutture offrono diversi vantaggi non soltanto a ditte attive a livello internazionale, ma proprio anche alle piccole e medie imprese.
I contadini di montagna grigionesi sono innovativi. Circa il 50 percento delle aziende è gestito secondo criteri biologici. I contadini grigionesi curano l'agricoltura di una parte dell'arco alpino. Dalle viti ai castagni nel Sud attraverso le più alte Alpi e i ripidi pendii fino alla Valle grigione del Reno, dove crescono tutti i prodotti della campicoltura e dove si trovano numerosi vigneti. Il contadino grigionese è di regola un contadino di montagna. Solo il 7 percento delle 2445 aziende agricole si trova nel fondovalle, tutte le altre si trovano in montagna.

Il turismo quale importante pilastro

La molteplicità culturale, le bellezze paesaggistiche e un'infrastruttura concorrenziale con alberghi ospitali, impianti di risalita, centri termali, wellness e sportivi contribuiscono in misura determinante a fare dei Grigioni una regione di vacanza di punta sia d'estate che d'inverno. Ogni singola regione ha un suo carattere unico.
I Grigioni vivono di turismo, le entrate generate da vacanze e tempo libero garantiscono infatti il salario di circa un terzo di chi esercita un'attività lucrativa nel Cantone. Con le destinazioni di Davos Klosters e Engadin St. Moritz, conosciute a livello mondiale, e molte altre grandi o "piccole e belle" località che possiedono un proprio fascino, i Grigioni sono oggi diventati un importante offerente sul mercato internazionale del tempo libero.

Unico Cantone trilingue

Nell'unico Cantone trilingue della Svizzera il 64 per cento della popolazione parla tedesco, il 13 per cento romancio, il 11 per cento italiano e il 13 per cento altre lingue (lingua principale secondo il rivalemento delle strutture 2013). Il plurilinguismo è presente anche nelle scuole e nell'Amministrazione. L'area di lingua romancia è suddivisa in diverse regioni e idiomi: nell'Engadina Bassa e in Val Monastero si parla il vallader, nell'Engadina Alta il puter, nella Surselva il sursilvano, nella Domigliasca e nello Schams il sottosilvano e nell'Oberhalbstein e nella Valle dell'Albula il surmirano. Il rumantsch grischun viene quindi utilizzato soprattutto quale lingua scritta comune.