Contenuto della pagina

Direttive del paziente

In una direttiva del paziente può essere stabilito quali provvedimenti medici vengono accettati da una persona nel caso in cui divenga incapace di discernimento e quali vengono rifiutati. Essa può anche nominare una persona che discuta i provvedimenti medici con il medico curante e decida in suo nome nel caso in cui divenga incapace di discernimento. Nella direttiva del paziente essa può impartire istruzioni alla persona designata.

 

Le direttive del paziente devono essere costituite in forma scritta, nonché datate e firmate. L'autore delle direttive può farne registrare la costituzione sulla tessera di assicurato con la menzione del luogo dove sono depositate. Una tale direttiva può essere revocata o modificata in ogni momento.

 

Ognuna delle persone vicine al paziente può annunciarsi per iscritto all'APMA facendo valere che non è stato ottemperato alle direttive del paziente, gli interessi del paziente incapace di discernimento sono esposti a pericolo o non sono più salvaguardati e le direttive del paziente non esprimono la sua libera volontà. L'APMA deve in seguito esaminare la possibilità di adottare misure da parte dell'autorità.