Zum Seiteninhalt

Protezione dell'infanzia e della gioventù

Diversi istituti nel Cantone dei Grigioni sono attivi nel settore della protezione dell'infanzia secondo il diritto civile e penale nonché su base volontaria

Qui di seguito è disponibile una panoramica relativa ai rapporti di collaborazione tra gli istituti con i relativi settori di competenza, responsabilità e contatti.

 Rete per la protezione dell'infanzia dei Grigioni

 

  • I fanciulli e gli adolescenti vittime di violenza nonché i loro familiari e gli specialisti coinvolti ricevono consulenza presso l' Aiuto alle vittime dei Grigioni.
  • Ogni persona può rivolgersi all' autorità di protezione dei minori e degli adulti se minori sono minacciati e con tutta probabilità necessitano di aiuto da parte dell'autorità. L'autorità di protezione dei minori può prendere provvedimenti adeguati per la protezione del minore.
  • Dal 1° gennaio 2019 in Svizzera sono in vigore le nuove prescrizioni relative alle segnalazioni all'Autorità di protezione dei minori e degli adulti APMA. La modifica legislativa ha l'obiettivo di migliorare la protezione dei bambini in età prescolare. Quale novità, sono soggette all'obbligo di segnalazione non soltanto le persone che svolgono una funzione pubblica, bensì anche le persone che per ragioni professionali hanno contatti quotidiani con bambini. Inoltre è stato agevolato il diritto di segnalazione delle persone soggette al segreto professionale. La Conferenza per la protezione dei minori e degli adulti COPMA ha elaborato un promemoria (solo in tedesco) relativo ai diritti e agli obblighi di segnalazione all'APMA, illustra le prescrizioni cantonali relative alle segnalazioni (solo in tedesco) e mette a disposizione un modello per segnalazioni all'APMA (solo in tedesco).
    Nel Cantone dei Grigioni il diritto cantonale obbliga gli specialisti dei settori medicina, cure, formazione, educazione, assistenza, consulenza sociale e religione che nell'esercizio della loro professione vengono a conoscenza di un'acuta minaccia per gli altri o per sé stesso di un minore o di una persona adulta, a dare avviso di tale minaccia.