Zum Seiteninhalt

Scambio linguistico

Panoramica

Uno scambio linguistico consente incontri di allievi o classi al grado elementare nonché al grado secondario. In questo modo i bambini e adolescenti delle tre diverse regioni dei Grigioni si conoscono. I progetti di scambi linguistici devono includere almeno quattro lezioni al giorno dedicate all'apprendimento linguistico.

Tipi dei scambi linguistici

Tipo (esempio)

Descrizione

Partenariati scolastici e tra classi

Comprendono diversi incontri per anno scolastico. Incontri brevi o prolungati; sono previste visite reciproche.

Scambio di classi

È possibile organizzare incontri brevi (da 1 a 3 giorni per classe), con o senza pernottamento, con o senza reciprocità.

Scambio per metà classi

Le classi partecipanti vengono divise a metà; una metà di una classe fa visita alla metà rimanente dell'altra classe. Una seconda visita a parti invertite è facoltativa.

Scambio per rotazione

Uno dopo l'altro, singoli allievi o gruppi di allievi fanno visita alla classe partner e prendono parte alle lezioni. Lo scambio può essere a senso unico o reciproco. È tenuta a partecipare la maggioranza degli allievi.


► Questo elenco di possibili forme dei scambi linguistici non è esaustivo.

Effetto dei scambi linguistici

  • Gli scambi linguistici offrono a bambini e adolescenti l'opportunità di entrare in contatto con coetanei di lingue e culture differenti.
  • Una lingua straniera diventa un reale mezzo di comunicazione: ciò accresce la motivazione e permette di migliorare le abilità linguistiche.
  • Gli scambi linguistici contribuiscono allo sviluppo della personalità e promuovono la tolleranza, l'autonomia e la flessibilità.

Regioni/Cantoni per i scambi lingustici

Di norma uno scambio linguistico si svolge all'interno dei confini cantonali o nazionali. In casi motivati può avvenire anche in prossimità della frontiera oppure in una scuola svizzera all'estero che rientra nella sfera di competenza del Cantone dei Grigioni (in particolare alla Scuola Svizzera di Milano, Bergamo, Roma).

Scuola elementare Grado secondario I
L'accento viene posto su brevi attività di scambio all'interno del Cantone (es. singoli giorni, scambio a livello digitale). L'accento viene posto su attività di scambio più lunghe, sia all'interno sia all'esterno del Cantone (es. settimane intere, incontro fisico).

 ► Se nelle valli grigionesi di lingua italiana non esiste una classe partner, è possibile effettuare uno scambio linguistico con una classe ticinese.

Sostegno finanziario

I sussidi cantonali per le attività di scambio ammontano a 90 franchi al giorno, al massimo a 450 franchi per settimana per scolaro (art. 18 dell'ordinanza sulle lingue).

Contributi finanziari per lo scambio di classi possono inoltre essere richiesti presso Movetia.


Il sussidio cantonale viene versato soltanto per allievi della classe che svolge un programma di scambio linguistico riconosciuto nella zona di destinazione (vale a dire in un'altra regione linguistica). La classe partner di accoglienza della zona di destinazione non riceve sussidi cantonali per lo stesso scambio linguistico.

Inoltrare una domanda

Le domande per uno scambio linguistico devono essere inoltrate dall'insegnante all'Ufficio per la scuola popolare e lo sport tramite il modulo corrispondente.


► La richiesta va inoltrata al più tardi quattro settimane prima dell'inizio dello scambio linguistico al rispettivo Ispettorato scolastico.

Documentazione